Andalo: meta biciamica

(116 views)

Se per caso aveste deciso di fermarvi qualche giorno ad Andalo, rinomata meta turistica del Trentino, non dimenticate di portarvi la vostra MTB, possibilmente elettrica, e vi assicuro che non ve ne pentirete.

Le esperienze vanno dalla semplice passeggiata fino al gravity da godersi negli svariati enduro park. L’organizzazione è perfetta: alimentazione elettrica e colonnine attrezzate in quasi tutte le baite, percorsi in sicurezza, segnaletica precisa, percorsi gps scaricabili, possibilità di salita in quota in cabinovia, possibilità di noleggio di svariati tipi di bici, comprese le elettriche. Tutto questo ha fatto aumentare a dismisura il turismo specializzato che è ormai un’eccellenza.

Tre percorsi favolosi partendo da Andalo

Propongo tre tour ad anello, che richiedono un tempo di percorrenza attorno alle 2 ore, molto divertenti ed eccezionali dal punto di vista paesaggistico.

Tour del Vivaio (numero percorso 802) che è il più classico di Andalo. Tana dell’ermellino, madonna di Loreto e lago di Molveno sono i punti di riferimento più noti. Bellissimo il panorama che si apre sul lago di Molveno, raggiungibile con una piccola deviazione. Dislivello tutto sommato non esagerato e pendenze non esasperate. Consigliata comunque la E-MTB

Per scaricare la traccia gps cliccare qui

Lago di Molveno

Tour Selvapiana (numero percorso 796). L’anello parte dalla tana dell’ermellino raggiungibile da Andalo in meno di 10 minuti. Il tour attraversa il paese di Cavedago per poi inoltrarsi nei boschi attraverso sterrati in ottimo stato rinforzati da lastricati non appena la pendenza si fa pericolosa.

Per scaricare la traccia gps cliccare qui

Tour Orsi (numero percorso 792). L’anello parte dalla località Santel (punto di partenza di tracciati enduro) che si raggiunge in circa 15 minuti per mezzo della comoda e non troppo trafficata via Paganella. Superata una lunga salita (da affrontare in E-MTB) si procede in quota tra bosco e malghe con improvvisi punti panoramici sulle dolomiti. Una ripidissima discesa (da fare con estrema attenzione) ci porta allo spettacolare castel Belfort che merita una sosta. Da qui proseguendo sulla statale si ritorna ad Andalo.

Per scaricare la traccia gps cliccare qui

Una risposta

  1. Marco Masella ha detto:

    La tua proposta mi ha veramente ncuriosito, e per il prossimo anno cercherò di organizzare una vacanza, alternando escursoni a piedi e giri con la nostra fidata ausilare d’acciaio. Mi darà la possibilità di ritornare a percorrere luoghi tranqulli, maestosi e incontaminati, dove la natura con i suoi boschi è predominante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi un'immagine (Solo JPG)